Dopo la vittoria della settimana scorsa in casa della Genova Calcio, la Juniores di Eccellenza dell’Albenga si riconferma battendo all’Annibale Riva, nella quinta giornata del girone di ritorno, una forte Cairese per 4 – 2.

Un risultato importante, ottenuto contro una delle migliori squadre del campionato, in una partita dove i ragazzi di mister Marco Mambrin sono scesi in campo senza alcuna remora referenziale ma determinati a ben figurare e a portare a casa i tre punti, obiettivo alla fine ampiamente raggiunto.

Nella prima frazione di gioco è l’Albenga a passare in vantaggio grazie a Beluffi. La Cairese risponde a metà del primo tempo, quando pareggia con un preciso calcio di punizione. Prima della conclusione della prima frazione, l’Albenga si riporta in vantaggio ancora con Beluffi che supera il portiere ospite con un bel tiro.

Nella seconda frazione di gioco i ragazzi di Mambrin segnano la terza rete con Basile, ben servito da Beluffi, quest’ultimo poi ancora protagonista nel firmare la quarta rete (tripletta personale) dell’Albenga.

Nel finale di partita la Cairese va ancora a segno con un’incornata di Rexhaj, che devia in rete un pallone giunto in area direttamente da calcio di punizione. L’incontro si chiude così con la vittoria dell’Albenga sul team valbormidese per 4 – 2.

Prossimo turno: appuntamento fissato per sabato 1 febbraio 2020, allo stadio F. Borel di Finale Ligure, per la 6^ giornata di ritorno contro il Finale. Fischio d’inizio alle ore 17,00.

ALBENGA:  1 Daniello, 2 Caprio, 3 Incorvaia, 4 Incardona, 5 Griffini, 6 Marco, 7 Velaj, 8 Calcagno, 9 Basile, 10 Mariani,  11 Beluffi  – A disposizione: 12 Scalvini, 13 Massa, 14 Zanardo, 15 Cortese, 16 Belvedere, 17 Mokhles, 18 Maffiola, 19 Esposito, 20 Secco – All.: Marco Mambrin

CAIRESE: 1 Crocco, 2 Oliviero, 3 Venturino P., 4 Briano, 5 Pizzorno, 6 Scarsi, 7 Rexhaj, 8 Prato, 9 Marchisio, 10 Monni, 11 Ferrero – 12 Ternova, 12 Gallo, 13 Bollo, 14 Venturino G. , 15 Rizo, 16 Kopaci, 17 Haxirai, 18 Cisse – All.: Massimiliano Brignone

 

 

 

Condividi l’articolo